Visita Nutrizionale

Il metodo utilizzato dalla dottoressa Ruggiero si basa sui principi della Dieta Mediterranea elaborati e diffusi in Italia dall’INRAN (Istituto Nazionale Ricerca Alimenti e Nutrizione) mediante le Linee Guida per una sana alimentazione, le uniche indicazioni istituzionalmente valide per alimentarsi in maniera equilibrata.

Nel primo incontro col paziente, della durata di circa un’ora, viene calcolato in base ai dati: peso, altezza, età, l’IMC (indice di massa corporeo), il rapporto circonferenza vita – circonferenza fianchi ed il metabolismo basale.
Al paziente viene chiesta la sua storia ponderale, se ha problemi di salute legati all’alimentazione: disturbi cardio circolatori, diabete, dislipidemie etc., quindi si concorda la quantità di kilocalorie giornaliere da assumere nella dieta.

Successivamente il colloquio verte sulle abitudini alimentari del paziente: QUANTO, COSA e QUANDO mangia, quali sono le sue esigenze dovute agli impegni lavorativi (se durante la pausa pranzo ha la possibilità di portare da casa il cibo preparato, se può prepararsi un panino, o se può utilizzare la mensa aziendale, etc.). Intanto si valuta se vi sono cattive abitudini ed errori da correggere con l’aiuto di una corretta educazione alimentare.
Il colloquio col paziente prosegue valutando se vi sono particolari cibi o bevande di cui non si può fare a meno (mezzo bicchiere di vino, birra, cioccolato, piatti preferiti, etc.).

Inoltre si stabilisce se il paziente svolge sufficiente attività fisica, per far comprendere che il nostro peso è legato non solo a ciò che mangiamo, ma anche all’attività fisica che svolgiamo, dunque egli dovrà poi prendere iniziative in tal senso. E’ ovvio che durante questo colloquio si instaura una complicità con il paziente che, senza remore, potrà poi chiedere chiarimenti riguardo l’alimentazione.

Nel secondo incontro, sempre della durata di circa un’ora, viene illustrata dettagliatamente la prescrizione dietetica che è formulata in modo altamente personalizzato poiché tiene conto delle esigenze e delle preferenze del paziente, pur rispettando i principi della dieta mediterranea.

In più, il paziente può scegliere di giorno in giorno quale schema utilizzare (ad esempio nell’ambito dello stesso giorno si può invertire il pranzo con la cena, etc.), in questo modo la dieta non sarà imposta poiché il paziente stesso potrà gestirla a suo piacimento, imparando ad alimentarsi in modo sano ed equilibrato così da poter continuare a farlo anche dopo che avrà raggiunto il suo peso forma , evitando di riprendere i chili persi.
Il paziente potrà quindi mangiare di tutto, anche i suoi piatti preferiti, essendo stabilizzati i suoi livelli di zuccheri, non si sentirà affamato e non avrà più un forte desiderio di dolciumi, spesso dovuto all’eliminazione dalla dieta di carboidrati complessi.

Dopo la somministrazione della dieta personale, la dottoressa consiglia un primo controllo dopo un mese per valutare gli effetti della dieta, dell’incremento dell’attività fisica giornaliera e se ci sono state eventuali difficoltà.
Successivamente si consiglia un controllo ogni 40 giorni circa anche per un fine al raggiungimento del peso forma, quindi si passerà poi alla dieta di mantenimento.

Visita Nutrizionale dieta Personalizzata Roma Eur